Calabria, Ance: “Bene la semplificazione della normativa antisismica”

294
Francesco Berna, presidente di Ance Calabria

Ance Calabria giudica molto positiva ed esprime grande soddisfazione per la decisione assunta ieri dal Consiglio regionale di semplificare le procedure relative all’applicazione della normativa regionale antisismica in Calabria.

“La modifica normativa introdotta ieri e che adegua le procedure autorizzative antisismiche a quanto previsto dal decreto sblocca cantieri” è un fatto importante, ha affermato il Presidente di Ance Calabria Francesco Berna, e lo è ancora di più per la tempestività con cui la Regione lo ha fatto. Siamo infatti tra le prime regioni ad avere legiferato sul tema, e questo consente di poter superare una serie di difficoltà legate al rilascio delle autorizzazioni regionali in materia cui imprese e professionisti si sono dovute scontrare negli ultimi tempi”.
“Semplificare continuando a garantire la sicurezza era quanto avevamo chiesto alla Regione, unitamente agli ordini professionali degli Ingegneri, Architetti, Geologi e Geometri. Devo dire che il lavoro ed il confronto sviluppato con l’Assessore alle Infrastrutture, Roberto Musmanno nonché la sensibilità del Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto ad iscrivere all’ordine del giorno della seduta la norma in questione, ha portato i suoi risultati se ieri, nella sua interezza, il Consiglio regionale ha approvato la norma proposta. Anche per questo il ringraziamento va all’intera assemblea legislativa”.
“Quello che auspichiamo – ha concluso il Presidente dei costruttori calabresi – è che ora, anche gli Uffici tecnici ed i Dipartimenti regionali interessati, procedano con la stessa tempestività alla stesura e redazione del regolamento tecnico e delle linee guida applicative della norma approvata. Con il completamento dell’iter attuativo non solo verranno superati i problemi legati ai tempi del rilascio delle autorizzazioni, ma, semplificando, si contribuisce anche a sostenere un settore, come quello dell’edilizia, la cui ripresa stenta ancora ad essere avvertita”.