Incidenti sul lavoro, Buia: “Nostro settore esposto, serve maggiore cultura della sicurezza”

155
Gabriele Buia, presidente nazionale Ance

“Il nostro settore è particolarmene esposto ai rischi, è necessario sensibilizzare tutti gli operatori sin dall’inizio dell’attività di cantiere. Investire sulla sicurezza non è mai un costo ma un’opportunità”. Così il presidente nazionale di Ance, Gabriele Buia, si è espresso in merito al tema degli incidenti sul lavoro che solo qualche giorno fa a Crotone ha fatto registrare la morte di due operai, Dragos Petru Chiriac e Pino Greco, in seguito al crollo di un muro di contenimento nel cantiere del lungomare. Buia ai microfoni del TG3 ha poi espresso “Profondo cordoglio per gli operai morti nell’incidente di Crotone. E’ importante lavorare uniti per una maggiore cultura della sicurezza, sulla formazione e prevenzione per tutelare chi opera in cantiere. Quest’ultimo ha una tipicità tutta sua, un contesto in cui operano tante figure professionali che sono chiamate a lavorare insieme in modo sinergico. Si tratta di una condizione che impone ai lavoratori un’attenzione maggiore poiché è necessario considerare sempre gli effetti che una determinata azione può produrre sul lavoro di altri soggetti. La sicurezza nasce all’inizio dell’attività stessa, è lì che bisogna sensibilizzare operatori, imprenditori e tecnici, Di sicuro però – ha concluso il presidente dei costruttori – la sicirezza non è mai un costo, al contrario è un’opportunità per il datore di lavoro per mantenere una struttura d’impresa attenta, produttiva ed efficiente. E al di la di tutto, quando si discute della vita delle persone, qualsiasi intervento migliorativo non è mai da considerarsi un costo”.