Valle d’Aosta, via libera ai progetti del programma di cooperazione Italia-Svizzera

77

La presidenza della Regione Val d’Aosta informa che l’Autorità di Gestione del Programma INTERREG V-A Italia-Svizzera, incardinata presso l’Area Relazioni esterne, territoriali, internazionali e comunicazione della Presidenza della Regione Lombardia, ha approvato, con Decreto dello scorso venerdì 25 maggio, i primi 10 progetti della Programmazione 2014/20.
Si tratta delle proposte progettuali, presentate a valere sul primo bando del Programma, che prevedono un periodo d’attuazione fino a 18 mesi. Tra quelle che prevedono attività sul territorio valdostano, saranno finanziate:
sull’obiettivo specifico 1, Competitività delle imprese: Eat Biodiversity, che vedrà il capofila AREV impegnato a promuovere le caratteristiche nutritive della carne bovina valdostana ai fini di una miglior commercializzazione del prodotto; Hangar Plus, con cui il Comune di Aosta e il Consorzio CTI (Consorzio per le Tecnologie e l’Innovazione) promuoveranno la destagionalizzazione dei trend turistici grazie a spillover creativi che prevedono la valorizzazione di siti culturali;
sull’obiettivo specifico 2, Valorizzazione del patrimonio naturale e culturale: SONO, con cui Fondation Grand-Paradis, assieme ai Comuni di Rhêmes-Saint-Georges, Saint-Marcel, Cogne, Introd e Aymavilles, sperimenterà nuove strategie di valorizzazione turistica;
sull’obiettivo specifico 4, Servizi per l’integrazione delle comunità: WelComTech, permetterà alla Struttura regionale Politiche sociali e giovanili della Regione autonoma Valle d’Aosta di migliorare, tramite l’utilizzo delle ICT, le politiche rivolte all’invecchiamento attivo.
Si tratta di un importante risultato – dichiara il Presidente della Regione Laurent Viérin – che sancisce, dopo il lavoro effettuato per predisporre i progetti, l’arrivo di un contributo pubblico complessivo stanziato a favore dei beneficiari valdostani di circa 1,5 milioni di euro. Importanti risorse a sostegno di idee di valorizzazione del nostro territorio, delle nostre eccellenze e della Valle nelle sue diverse accezioni.